giovedì 12 febbraio 2009

I SALUTI DEL DUKA



Roma, 10 febbraio 2009

Compagne e Compagni,
(ah no, questo è per il partito.. dunque.. per la squadra era così..)
Cari Compagni, Caro Real Verza,

dopo due stagioni passate insieme sul campo è con emozione e dispiacere che vi saluto.
Accade in un momento in cui stiamo per iniziare una nuovo girone di Clausura, che si prospetta ancora più acceso e combattuto. Poco importa se a 5 o 6 squadre, tanto lo sappiamo bene qual è il posto che il Verza deve occupare: la vetta.
Vorrei ovviamente poterla giocare al vostro fianco, questa Clausura, quantomeno per
rompere un po’ il cazzo a Kalonji che se no si monta la testa da solo su quella fascia. O per coprire le incursioni di Paolo ITA maaaanche IMA. Per proteggere l’insuperabile Barman dagli assalti degli odiati cugini metallurghi. Per irritare il talentuoso JPO che si propone per la sponda. Per far correre a vuoto Noch con i cambi di gioco (ma quali?). Per fare da soggetto all’ultimo ritratto del Pittore. Per sentire Vespozzo bestemmiare in tutte le lingue del mondo, vedere Boris che quando è in partita non ce n’è per nessuno e scommettere con Katanga se il Capitano sarà in partita oppure no.
Non sarà così, perché nel riserbo più totale ho trattato la cessione in prestito ai
Grasshopper di Ginevra per sei mesi. Una squadra verde anche quella, se la cosa vi può
consolare. Certo, però, non sarà la stessa cosa guardarmi attorno e vedere stadi pieni di vacche, pastori e cioccolatai, invece delle solite due putane di Fratini Fratini. Quelle si che eran bone.
Ma lo sport è anche questo. Sapere che ci sono regole, e che bisogna imparare ad
accettarle. Ricordarsi che dopo la felicità per una vittoria arriverà la delusione per una sconfitta, e che la gioia di aver condiviso tante cose insieme prima o poi deve lasciare spazio all’amarezza dei saluti. Ai giornalisti che mi hanno fermato sotto casa questa mattina ho detto che sono triste. Ed è vero, mi mancherete tutti. Ma il Verza ha visto partire giocatori ben più illustri di me, e non risentirà certo di questo distacco. Anche per questo sono felice di lasciarvi la mia maglia numero 4. Datela a chi mi sostituirà, ma prima lavatela, per piacere.
Cambiano le città, cambiano anche le squadre. Ma la fede, no, quella resta, e sarà per
sempre verde-oro. E adesso su Verzici, a vincere la Clausura!!
Hasta siempre
DDN4
Il Duca del Nord

-----------------------
Real Verza
Campione Clausura FICA 2007-2008, Campione Apertura FICA 2008-2009
C/o Katanga

REAL VERZA

(P.S. Scusa duka, ma il pdf non lo leggeva....)

1 commento:

paolo ha detto...

lacrimuccia