martedì 24 giugno 2008

LA STORIA

Rimonta, vittoria, scudetto! Non potevamo chiedere di più. Gioco, carattere, resistenza alle avversità fuori e dentro il campo. Il Real è squadra (la Verza è verdura) L'obiettivo è triturato e adesso? Ci vorrà un'estate saggia dopo i sacrosanti festeggiamenti, perché si parla già di campionato “calciotto" o di un'avventura a 11 con un mix del passato campionato. Se ne discuterà nel caldo d'agosto (a proposito, il ritiro è fissato a Barcellona Pozzo di Gotto nelle tenute Calabrò per i primi del mese). Ma per ora è finita. Il rancoroso Metallurg è sconfitto. I verdeoro fanno la doccia al capitano e brindano con 3 ceres (tre) calducce. Si può fare di più... Il primo pensiero però è andato a loro, i fautori assenti: Barman Nik, José Cardoso e ancora Luke Sky... Kikero e i diversi che ci hanno messo la pezza di polmone quando era il caso. Come ieri, con il FratePoeta e OscarValerWilde su tutti alla svolta del match. Questa la cronaca.
Caldo il giusto, formazione atipica con Jpo al centro della difesa, OscarValerWilde a destra, Kalonji a sinistra, CapitanMillo e FratePoeta in mezzo al campo e Vespozzao di punta. Ah, in porta c'è Iannis Palia, ma si fa finta di non vederlo nonostante la maglia fosforescente. Il Metallurg parte meglio con un attacco pimpante (Giovannucci-Bibì-Zanardi) e gode anche dell'assenza di un portiere qualsiasi nella porta Realiana per passare in vantaggio con un tiro comunque imparabile del prode Giovannucci (massimo rispetto, man). Noi si tiene e quando si gioca la palla si va bene e si riesce pure a rimontare e pareggiare. Gli equilibri ci sono anche se si balla un po'. Il Kalonji parte contratto ed è sulla sinistra che i mettallurgici ci fanno più male. Le ripartenze ci sono (più sulla destra con OscarValerio e Millo ad affondare), qualche bel calcio piazzato, due colpi di testa di Vespozzao, non bastano però ad arginare le distrazioni di un paio di quasi contropiedi. E' un istante e Bibì riesce a infinocchiare per due volte il fantasma fosforescente di Iannis, più un gol di testa su bella azione del Dottor Morte con cannotta e fascia di capitano. Morale, a 3/4 della fatica siamo sotto 6-3. Facce già viste nelle partite scorse. Copione difficile. In più c'è il nervosismo: un paio di fallacci, qualche spinta e le solite recriminazioni che fanno il copione di una sfida con il Matellurg. Quando OscarVelerioWilde insiste per una spinta da dietro che la difesa nera non vorrebbe dare, si segna probabilmente la svolta della partita. Che si fa?
Si gioca. Lo schema è uno solo. Vespozzao si porta via almeno un Gemello e palla a Loris (il FratePoeta) che faccia un po' la minchiazza che gli pare. Funziona. Perché Capitan Millo trova insperate risorse polmonari, Vespozzao fa spazio anche per sé, Valerio riesce a scambiare con qualcuno... sembra calcio. Quando arriva il gollazzo di Kalonji, tiro secco di prima intenzione sul primo palo dalla sinistra estrema, si comincia a capire. Se po' fa. Rigorino di freddezza e di pareggio del Capitano su trattenuta (contestata, obviously) e si aprono le acque per l'8-6 finale con Loris in spolvero e tutta la squadra a seguire (ottima discesa di Jpo che taglia il campo per l'ultimo gol). Il tutto combattendo, ma divertendosi. Giocando a pallone. Le luci sul Katanga si spengono come l'attacco del Metallurg che gioca meno, nonostante l'alto tasso tecnico. La maledizione del Dpo è quella di svanire ogni tanto nella rabbia del campo per non ritrovarsi più.
E per i verde-oro è toda joia toda beleza, festeggiamento in costume da bagno con musica brasil ao vivo, ballerine, caipirinha e sfidone notturno sulla sabbia all'ancora di Ostia venerdì sera. Non mancate (e non ditelo ai neri, se no vi rovinano la festa...)

LE PAGELLE

Iannis Palia, S.V.
Non perviene in porta, urla si sbraccia, qualche volta compare anche in campo, ma non para quasi nulla. Si partiva da -2 con cotanto portiere.
HANDICAP

Kalonji, 6,5
Sbaglia troppi stop all'inizio, si incaponisce, ma ha il merito di farsi aiutare e poi di uscire. Bei duelli con Tuttaciola e un goal da premio finale.
VIBRATION

JPO 7
Si sacrifica per tutti, battezza ogni tanto con leggerezza i tiracci di Bibì, ma sboglia la matassa di cavilie e intenzioni davanti all'area tante volte. Sereno nell'impostare. Dà certezza pure a quelli del campo vicino.
MURAGLIA

OscarValeWilde 7
Si cammuffa da terzino, ma in realtà spinge sempre, prova in ogni modo. Si prende falli. E si rende odiosissimo agli avversari. Controlla Giovannucci molto bene. Che dire. Sempre pronto alla chiamata. ha mai sbagliato una partita?
JOKERMAN

CapitanMillo 7,5
Dopo un rientro pietoso e una perdita di confidenza, si riprende tutto. Simbolo il rigore che batte con freddezza, senza pietà. Fa segnare e segna. Arriva in aiuto. Batte punizioni. Torniamo a dirlo, sembra un giocatore.
MATURO

FratePoeta Loris 8
Ogni volta che prende palla sono guai. Un senso della posizione ottimo, di fascia, in mezzo, persino dietro l'ultimo loro uomo a insaccare un assist volante dalla difesa di Jpo. E' il mattatore della serata. Lo odiono, ma forse lo amano.
TOTALE

Vespozzao 7,5
Nonostante un finale di campionato in calo è il ritratto del Real, sbuffa, fatica, si incazza, ma gioca, ama giocare, vive per giocare. E così segna, prova di destro, sinistro, testa, culo. Va sul fondo, crea spazi e fa pure un paio di assist. Grande Vespo.
BATISTUUUTA

by JP

5 commenti:

J.P.O. ha detto...

JP è Jan Pallia....
commovente.....

Alè real!!!!

Fanghiglia ha detto...

davvero bello questo finale di stagione..anzi stupendo!!!grande squdra,grande capitano..Grande RealVeRZA..

Anonimo ha detto...

belle parole, grandi sensazioni...
forza real, bravi i pagellatori!

Anonimo ha detto...

Prometto che il prossimo anno vi piscerò di meno...giuuuro!!
Lotterò per una maglia da titolare..ma anche una canottiera va bene uguale.

Minchia devo lottare con jampa!!.....................................
Mi sa che devo cambiare ruolo..
CMQ Verzano per sempre!!..

Anonimo ha detto...

Compagni di Giuoco, qui ci scappa la lacrimuzza!!
Confido di essere davvero FELICE di aver conosciuto non una, ma due soccer team come voi... Buona così!
Ora manca solo il terzo tempo in stile rugby per concludere in bellezza.
Vi voglio bene
VERZA OLE' VERZA OLE'

BARMAN

P.S. se una sera di queste ci vogliamo fare una bevuta al celimontana jazz festival io dovrei avere una svolta per entrare tutti gratis... sennò fate sape!