martedì 25 settembre 2007

Ennesima sconfitta


Si allunga la serie negativa del Real Verza. Dopo la battuta d'arresto di giovedì scorso, oggi i verdi non sono andati oltre un 5-7 a loro sfavore, dopo una partita molto combattuta e ricca d'emozioni.
Real Verza subito in svantaggio nelle prime battute del gioco, riesce ad alzare la testa grazie a una magistrale punizione di Geppo che ipnotizza il portiere avversario. Grazie al bomber Edo i verdi si portano in vantaggio e riescono a difendere con le unghie e con i denti un sofferto 3-2. Nel finale, dopo numerosi capovolgimenti di fronte, con gli schemi ormai saltati, il Real Verza ha sofferto la maggiore lucidità, soprattutto nelle ripartenze, degli avversari e alla fine ha dovuto cedere per due reti di scarto. 5-7 il risultato finale, in una partita spigolosa ma tutto sommato divertente.

Emiliano: 6,5. uomo d'ordine, si siede in cabina di regia e gioca d'esperienza, finché reggono fiato e gambe. Geometra!
Gemello: 6. Parte malissimo, soffre Vespuozzo. Poi prende le misure e difende, ultimo baluardo, il vantaggio verzano. Cala con la squadra nel finale e si eclissa sulla fascia. Un gol fortunoso e un gran ceffone a Gemelluccio le note di merito della sua gara. Gnorante!
Noch: 6,5. Sembra quasi aver ritrovato la corsa dei bei tempi, ma il fiato lo tradisce ancora. Lotta come un leone e dimostra a tutti di aver già superato le remore del post-infortunio. Gagliardo!
Kalonji: 6. Meno corsa e più ordine nella gara odierna. Copre quasi sempre, ma riesce a inventarsi anche qualche azione pericolosa scorrazzando rasta al vento sulla sinistra. Falegname!
Milluzzi: 6,5. Ottimi spunti in avanti, svaria a supporto di Edoardo e crea diverse azioni pericolose, favorendo le finalizzazioni dei compagni. Pecca soltanto in fase di realizzazione, ma lotta su ogni pallone. Sbavature in fase difensiva. Daje!
Geppo: 7. Solita grande partita di sostanza, grinta e ordine. Si dedica più del solito alla fase offensiva, abbandonando a tratti il reparto arretrato, ma è il vero cuore e polmone della squadra. Corona la prestazione con un capolavoro balistico su calcio piazzato. Idolo!
Edo: 7. Un, due e tre. Hattrick! Oltre alla tripletta, fondamentale per tenere a galla i verdi fino alla fine, presta la sua corsa ai compagni. Forse sprecato lassù, potrebbe divorare la fascia. Pendolino!

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Real Verza, privata di Vespozzo e soprattutto Nocera, fa la solita massa a centrocampo, ma combina poco sottoporta e, alla fine, la sua difesa cede di schianto.

GEPPO, 6,5: si rivela pedina di riferimento, abile nell'uno contro uno, buon controllo di palla e visione di gioco, ma si nasconde come un ladro oltre la trequarti. La punizione gli vale il mezzo voto in più;
EDO 5: la mette sul dinamismo e sulla velocità, ma gira sempre troppo al largo e si porta dietro una fastidiosa nuvola di fumo;
MILLUZZI, 6: scorrendo la vostra testata pare sia stato molto attaccato, ma sfodera una buona partita ed è stato l'unico a mettere gli attaccanti davanti al portiere, certo in mezzo al campo perde più palloni lui del suo sosia Mascara;
L'ANZIANO NANO RASTA, 6: entra in cabina di regia, sfida gli avversari con spallettate e gomitini dietro la schiena, ma finiti i gettoni presto, fa finta di telefonare;
GEMELLO 5,5: sembra uno psicopatico, elegante nelle chiusure, abile in marcatura, si trasforma in un sanguinario Torricelli schiaffeggiando gli avversari sulla fascia fino a raggiungere la linea di fondo. Però alla fine crolla anche lui;
NINO 5: Anima la fascia con la sua folcloristica sgroppata e vince tutti i rimpalli. Solo quelli;
NOCCIOLO, 6: Umile e rapido, il gioco non è quasi mai passato dalla sua fascia. Si preferiva quella di Nino, forse per la potente attrazione sessuale di Nocera. Nocciolo si rintana in difesa e non sfigura. Ma il Concorde non parte.

Della vittoriosa Squadra Operaia (e non Zanardis), brevemente:
DR. MORTE, 6: dentro e fuori dal gioco. In entrambi i casi, per i compagni o per gli avversari, è una mina vagante.
SPARACINO, 6,5: Gioca praticamente ovunque e segna un gol decisivo. Si sacrifica un pò in coppia con Vespoz.
VESPOZZU, 7: Quando si sblocca non si ferma più, gioca con qualità, ma la sua vocina toscana alla lunga indispone.
NOCERA, 6,5: Imbunnato rende di più. Con lui il reparto difensivo è solido, dà una gran mano al Milella.
LEONARDO, 6,5: Per una volta, un toscano silenzioso. Segna il sospirato gol del pari e gioca tanti buoni palloni.
CIUFFO, 5: Si piazza ovunque, ma ovunque gioca lascia vistosi buchi. Bucaiolo.
MILELLA, 6,5: Gioca sul velluto, causa un gol, ne salva almeno tre. Esperimento riuscito.

Chiudiamo col mercato: la Squadra Operaia vuole Nocera. L'offerta per Tommy è ufficiale: un pelo di fica e un pelo di cazzo. Per accontentare tutti. Il presidente della Real Verza dichiara di volerci pensare.

Buon campionato a tutti.

Anonimo ha detto...

Rettifichiamo il voto di Edo, è 6 e non 5, vista la tripletta a porta vuota. Ora Dio è tornato con noi.

Ces ha detto...

porcamadò
ma possibile che non sappiate come mi chiamo?
ci conosciamo da trentanni
mi chiamo NUCERA
se volete metteremi un sopracognome allora c'ho gia pure quello
NUCEDDHA
eccheccazzo
poi
1. che minchia si è preso noc prima di farsi la foto?
2.leva la mia foto che sembro un cazzo di playmobil preso a bene:
rifacciamola!!!

Carlo Benucci ha detto...

Playmobil! Playmobil! Sei uno sporco cellerino Playmobil!

Nato per morire ha detto...

Grande commento e pagelle! (quelle nei commenti, ovvio).

Squadra Operaia merda!

Toni Capuozzo ha detto...

La partita è stata bella, emozionante e soprattutto combattuta. Se giochiamo sempre così ci si diverte. Belle le entrate violente e la mancanza di sportività da ambo le parti.

Anonimo ha detto...

Annuncio Ufficiale:
Nucera è della Squadra Operaia. il team manager Baudaffi, in missione in Albania alla ricerca di un portiere, ha dichiarato ai microfoni di Telesette: "lo seguivamo già dalla scorsa stagione, e lui ha più volte ribadito che voleva solo la squadra operaia e che si è sentito lusingato dal nostro ripetuto eloquio e reiterato massaggio prostatale. mi riferiscono dalla dirigenza capitolina che il giocatore non ha passato nessuna delle visite mediche, quindi adesso è un operaio a tutti gli effetti. sebbene ci rendiamo conto che questa operazione di mercato corsara porterà un inasprimento dei rapporti tra le due società, ci sentiamo di poter assicurare che non ce ne frega un cazzo". baudaffi, a telecamere spente, è morto nel giro di trenta secondi. perse le speranze sul portiere, rimane da trovare un centrocampista per sostituirlo. e il nome del Pantera è già sulla bocca di tutti...