giovedì 18 giugno 2009

PERONIMERDAOLè


PERONI - REAL VERZA 9 – 4

“Come ogni buon botanico o agrario può confermare, la Brassica oleracea sabauda è un tipico ortaggio delle regioni nordiche da coltivare nei mesi più freddi dell’anno”.

1, 2, 3 a 0 ed inizia la partita (ah, già, era il contrario). Verza dai che stiamo sotto di tre! Palla al centro, un minutino di riflessione e due di pilates per poter toccare anche noi la sfera cercando qualcosa di costruttivo,ed ecco che la partita ingrana: il bel gioco si inizia a vedere da ambedue le parti, le azioni sono incisive e la partita sembra diventare equilibrata, i Peroni tornano vicini al gol ma una buona manovra difensiva verde-oro inizia a sventare “con senso” gli attacchi nemici. Proprio da questo, a mio avviso, la squadra prende forza (ricorda che può fare i bozzi quando vuole a quegli ubriaconi) e grazie ad un cinico Boris si arriva ad un meritato 3 a 3 che annichilisce gli avversari a fa bagnare tutta la Verza. Appunto.
Si inizia a stappare spumante più che birra, si inizia con il “giuoco di fino”, si inizia con il bel giuoco che solo una tedesca può dare: morale 5 a 3 per i vuoti a rendere.
Ultimo sprazzo verzico (riattappati gli spumantini, evitando di tirare esclusivamente al volo o di tacco) CapitanMilluzz trova, su bella azione, la conclusione dalla distanza ed il 5 a 4.
Fuoco di paglia, solito rilassamento verzico, calcio spettacolo (ma non da parte nostra), tarallucci e vino ed un resoconto che non potrebbe essere più spezzettato di così per esprimere al meglio la partita.
Lo schifio e la deriva verzica verrà domata, sul 9 a 4, solo dal lampione.
N.d.T. Il Real Verza, affermato vincitore di F.I.C.A., ha sempre espresso la sua forza nella costanza, nella difesa rocciosa e nel gioco collettivo. Sembra quasi che le cose stiano cambiando!

PAGELLIDE

BARMAN – contribuisce come può nel risollevare la squadra dal 3 a 0 al 3 pari, ma il feeling con la difesa è sempre meno incisivo (cosa che deve assolutamente cambiare!). Qualche bell’intervento, mezzo voto di meno per non aver azzoppato nessuno.
5.5 – PULCINELLA
PAOLO I.T.A. – abituati ad i suoi elevati standard, non soddisfa come al solito. Onesto dire che in tante situazioni si ritrova da solo contro ‘anta peroniani, ma è lui il centrale verzico ed è lui che dovrebbe correre in campo a prendere i terzini per le orecchie. Catastrofica la situazione con lui e Cicero insieme in difesa.
5 – IMBARAZZATO

CICERO – Incredibile performance del libero del Verza (ruolo scelto esclusivamente da lui) sgaloppa in tutto il campo,attacca, prova il tiro, difende a destra, a sinistra , al centro, cerca acqua in tutto katanga senza trovarla… insomma inarrestabile. Peccato che la maggior parte di questi avvenimenti si svolga quando doveva solo fare il centrale!
4 – CHI L’HA VISTO?!
NOCH – Coraggio da leoni per lui: salva parecchi palloni in area con scivolate in extremis, (a sprazzi) ottima la sua partita in difesa. Viene leggermente a mancare sul lato offensivo: il suo cross dalla fascia al secondo palo è ormai più conosciuto del doppio passo di robertino carlos.
5.5 – JAKIE CHAN
NINAO – Accusa molto il caldo, ancor più se si ostina a stare oltre la metà campo: coprire una fascia ai Peroni volendo essere anche SEMPRE offensivi (a 38°C di notte) è uno dei compiti più ardui anche per un campione (persona oltretutto assente nelle linee verziche).
3 – LA PEGGIORE MAI VISTA
J.P.O. – Sappiamo bene che il suo forte non è mai stata la velocità, ma purtroppo questa volta neanche la tattica e lo smistamento di palloni lo hanno distinto. Fuori partita, come tutto il Verza se fa qualcosa di buono è in uno sprazzo di lucidità, ma momentaneo.
4 – KNOCK OUT!
CAPITANMILLUZZ – Non capisco più se è meglio o peggio che beva nel prepartita. Un uomo che riesce a fare il 5 a 4 e poi giocare di tacco alla tipica “ ’ndo cojo cojo ”. Forse troppo estro per il capitano. O forse troppo alcool. Mezzo voto in più per la cassa integrazione.
5 – CAPITAN FINDUS
LORIS - L’unico a reggere fino alla fine, l’unico che fa veramente il suo. 3 gol, capocannoniere F.I.C.A.. Una rete la fa addirittura soffiando sul pallone. Mingherlino in mezzo a difensori ben più larghi di lui (e per giunta baresi!) fa l’impossibile per insaccare la palla in quella cazzo di rete. Grande Boris, continua così!
7 – TELECINETICO

Fuori dalle pagelle, perché valido per TUTTA la squadra, ricordo che il Verza era rinomato per non mollare mai, ed essere il peggio dito al culo fino al Momento del Lampione. Oggi siamo l’esatto contrario: anticipati su ogni passaggio, i primi a mollare.
Un “bravi” ai Peroni baresi (non scambiamoli con quelli romani prego!) perché hanno capito che i rinforzini servono, un “bravi” ai Peroni baresi perché sanno di aver vinto contro ad un Verza “in grande spolvero” ed è quindi motivato il loro pavoneggia mento. Cazzo siete proprio i più forti!! Eheheh sempre pronto a darVi la mano, anzi alla prossima porto carta e penna per gli autografi!
BARMAN
P.S. cazzo Bibi ma me potevi prende in faccia?? Almeno non segnavi! (mannaggia ai piedi che ti ritrovi allora..!) Ah, e grazie per l’acqua!

4 commenti:

Cannone ha detto...

una cosa ragà: vi supplico di non arrivare dietro ai pepper perchè non mi và di prendervi in giro a vita!Noi ce la metteremo tutta a perderle tutte ma pure voi fate qualcosa :) ciauuuuuuuuuuuuuuzzz

naturalmente verzammerda

granduca ha detto...

Diciamo che dopo la peggior prestazione stagionale non possiamo che migliorare. Daje Verza.

nico ha detto...

tanto va la vacca a largo...

Anonimo ha detto...

dai Verzici vabbene tutto..ma farci superare dai un paio di peperoncini No,,,Viva Verza,.
boris