giovedì 16 luglio 2009

BUM BUM!



Mi scusino i cugini del Metallurg per il plagio della foto, ma sto scrivendo le pagelle a quest'ora perché Vespozzo voleva leggerle al bagno domattina e così lo voglio accontentare in pieno.

Detto questo, siamo qui a scrivere della fantastica vittoria dei verde oro che sono tornati dalla trasferta in terra katanghese con la supercoppa in bacheca (seguiranno i video del cerimoniale che ha visto protagonista il suddetto Kofi Katanga, segretario generale delle Fiche Unite). Una partita sentitissima, voluta, necessaria dopo un campionato di alti e bassi e organizzata con 10 giorni di anticipo. Troppo pochi però per Jpo che alla vigilia si vede costretto a disertare l'incontro perché convocato dalla Siae per chiarire non meglio precisate accuse di cresta in un recente festival nel suo natio Afghanistan. Troppo pochi anche per Kikero, assente per assistere alla nascita del suo ottavo figlio maschio e troppo pochi anche per Paolo Ita che, stordito dall'ennesimo corso di addestramento della Cia si confonde con gli orari e si presenta al campo a un quarto d'ora dal termine. I verzici sono così rimaneggiati e si presentano contro i neo campioni del Meusa senza uno straccio di centrale. L'improvvisa sortita di capitan Milluzz ("il centrale lo faccio io") richiede un'idea urgente. Ci pensa Kalonji: "Cambiamo modulo: io e Noc centrali, centrocampo a 3 che copre e Vespozzo punta". Presa, si gioca così. Pronti via e il Verza regge. Grandissimi in interdizione nel non fare giocare gli avversari, attentissimi in difesa che manco a Palazzo Grazioli, pronti a ripartire in contropiede all'occorrenza. Il match si prolunga a molto sullo 0 a 0 ma è una partira divertente. I Ficadores spingono e mantengono possesso palla, ma senza mai rendersi veramente pericolosi. Il 22 sulla fascia non la passa manco a pagarlo, Schizzo si sbatte ma lontano dalla porta, Buddace bestemmia (!) solo azzurro in mezzo a un oceano verde. Jcn e Kalonji coprono da dio e si gioca alla Trapattoni: catenaccio e quando si è nella merda palla in tribuna. Ma parati gli attacchi, il Verza non dimentica la sua anima zuzzurellona e si riversa in attacco con insidiose ripartenze. Più volte al tiro, la trama da seminaristi si trasforma con insistiti triangoli e aperture pericolose. Su una di queste però succede il dramma. Palla persa in contropiede, e gol meusico. Gli ansimanti vecchi campioni non si perdono d'animo e si propongono più in avanti. Nel delirio di un Katanga stadium illuminato a giorno - perchè è giorno - Vespozzao prende un palo, i tiri di Milluzz si infrangono sempre contro il culo di Tantillo, le serpentine di Boris vengono neutralizzate all'ultimo. Ma a forza di spingere si entra (frase che spopola fra le giapponesine) e così l'ennesimo contropiede porta al pareggio: cross di Vespozzao sulla testa di Lore che infila il portiere meusico uscito a cazzo di cane. L'uno a uno sta quasi stretto al Verza e gli animi si scaldano più di come già erano. Non contenti di chiamare angoli, falli e rimesse alla cieca, i Ficadores diventano pure polemici. Ma il Verza è troppo concentrato nel cercare la vittoria che solo l'arrivo di Paolo Ita può distrarli. Il centrale padano è manna dal cielo. Si abbandona il nuovo schema che pure aveva funzionato e si torna all'antica (frase resa celebre dalle mignotte di via Salaria dopo l'ordinanza di Alemanno). Gli attacchi Meusici si fanno più insistenti ma il muro verde oro regge e riparte. Riparte pure Boris che a una manciata di minuti dal termine serpenteggia in area e piazza un piattone angolato: infarti fra i supporter verzici, Lore dice di aver visto la Madonna, la Madonna conferma e si va sul due a uno. Catenaccio a sfare, ma non c'è tempo. La partita si incattivisce e Skizzo schizza e si mette a falciare da dietro chiunque gli capiti a tiro. Poco prima del fischio finale, dopo l'ennesima rissa i due capitani si mandano simpaticamente a fare in culo e decidono che la partita è finita. Due a uno per il Verza, supercoppa in via Tempesta e Meusa che rimane campione di clausura. Complimenti a tutti, resta il rammarico che una partita che ha in palio solo una coppa fuffa debba essere rovinata dal "nervosismo" di un singolo. Ma così è, se vi piace.
Quindi, la gestione di capitan Milluzz finisce con un trofeo. Siccome sono del pensiero del primo Lippi (meglio lasciare quando si è vinto tutto) e siccome fare il capitano del Verza è proprio una figata è giusto che dall'anno prossimo sia qualcun altro a farlo. Sarà un sondaggio a decidere chi, io mi limito a ringraziare tutti i verzici che hanno fatto parte della squadra campione nel campionato a due, campione nel campionato a quattro e adesso vincitrice della supercoppa. So soddisfazioni.


PAGELLE

BARMAN
LA PARTITA: Inopoeroso per gran parte del match, infastidito solo da tiri da fuori che raramente centrano la porta, salva il risultato con un doppio intervento dei suoi con il corpo e il cuore oltre l'ostacolo. Mezzo voto in più per aver capito per primo che il match stava andando a puttane. 7,5
LA STAGIONE: Terrore di tutte le squadre avversare, salva in più di una partita il culo dei compagni. Vola a destra e a sinistra, richiama la squadra, para rigori, si esalta nell'uno contro uno (solo che è un portiere). Il Meusa real è la sua bestia nera: ne salta due e contro di loro ha lè'unica giornata storta della Fica. 8

PAOLO ITA
LA PARTITA: Arriva tardi ma entra subito in clima partita con una scivolata (pulita) su Skizzo. Poi succede il delirio. Verrebbe voglia di dargli un voto per quello ma mi limito a un S.V.
LA STAGIONE: The wall mantiene la sua fama in partite memorabili come lo 0 a 1 contro il Meusa che Buddace si ricorda ancora. Ha i suoi obiettivi preferiti, ma non fa sconti a nessuno. Come tutta la squadra ha un calo a metà stagione ma che gli vuoi chiedere di più? 8

JCN
LA PARTITA: Esaltato dai 15 litri di Red Bull in corpo e dalla trance agonistica della nuova posizione, non ne sbaglia una. Semplicemente, dalle sue parti non si passa manco con un caterpillar. Pulito, preciso e coordinato con Kalonji, migliore in campo. 9
LA STAGIONE: Clausura un pò sotto le aspettative per il pazzoide verde oro. Se da un lato non fa mai mancare l'apporto in difesa, dall'altro si mostra troppo affezionato al famoso cross alla Nocciolo che una volta su dieci finisce in porta. Diga sulla fascia, troppo spesso seminarista nei rilanci che a volte ci sono costati cari. 5.5

KALONJI
LA PARTITA: Stesso discorso per il compagno di reparto Noc. Si prpone un pò di più in avanti, sbaglia qualcosina in più ma la sua è una prova maiuscola. Two gusti is meglio che one? 9
LA STAGIONE: Double face il campionato del rastamanno della Fica. Una prima parte da urlo, da rivelazione del torneo. Velocissimo, difensore e goleador. (sì, ce lo scrivo che hai fatto un gol di tacco). Poi, il buio alla ricerca di gloria in classifica marcatori. Impazzito lui, impazzisce anche il Verza. 6.5

MILLUZZ
LA PARTITA: Si ritrova a fare la più classica delle cerniere fra difesa e attacco. Solo in mezzo al campo offre una copertura insospettabile e trova anche il fiato per impostare in attacco. Chiude la partita, ma non poteva fare altro. 8.5
LA STAGIONE: Il capitano parte a razzo, offrendo qualità e quantità al gioco verde oro. Quest'anno non si inventa viaggi strani, ma accusa ugualmente la primavera (che per lui inizia un pò prima e finisce un pò dopo degli altri). Sbanda nella seconda parte del campionato e per troppo tempo. 5.5

LORE
LA PARTITA: Il più estroso (dopo Barman) dei verzici occupa la fascia sinistra del centrocampo e svolge un ottimo lavoro. Suo il colpo di testa dell'uno a uno, sue molte ripartenze importanti. Esce per sete quando il Meusa attacca ma poteva sembrare uno sfottò per gli avversari. 7.5
LA STAGIONE: Camaleontico. Chiamato a campionato inziato, si fomenta per 3-4 partite, poi prende un calcione da Tommy e sparisce. Riappare nei due match contro il Meusa e dice che era a ballare. Mah. 6

VESPOZZAO
LA PARTITA: Carico come non mai, la punta verzica ha fame di coppe e di gol. La prima l'agguanta, i secondi no. Però pensa bene di diventare uomo assist e ne infila due su due. Per completare l'opera si mette in finale a centrocampo a far fiatare la squadra. 8
LA STAGIONE: Si perde un mese per ricaricarsi oltre Oceano, torna e il Verza inizia il suo periodo no. Sfumata la vetta della classifica marcatori doppo 2 partite di seguito a secco si mette a diposizione della squadra. Ma è troppo tardi. 7

BORIS
LA PARTITA: Per lunga parte in ombra, il capocannoniere si sveglia nel finale e mette a segno uno dei suoi famosi gol che permettono al Verza di festeggiare. Ancora una volta, decisivo. 7.5
LA STAGIONE: Una fraccata di gol impressionante, da tutte le posizioni e in tutti i modi. Molto spesso è lui che decide e che tiene viva la squadra. Scattante come non mai, è il valore aggiunto. 9

JPO
LA STAGIONE: Come il suo compagno di centrocampo ha una flessione orrenda nella seconda parte del torneo. Da macinino di stop e geometrie diventa un macinino di parole e basta e entra nell'albo Panino come il giocatore più immobile della storia. Ma ha il merito di riprendersi prima di Milluzz e spesso è determinante. 7

KIKERO
LA STAGIONE: Questo è pazzo. Ha fatto partite che non lo avrebbero preso nemmeno nel calcio femminile e altre che c'era Lippi a vederlo. Segna anche il suo primo gol (anche se io non c'ero e quindi non ci credo) e ricopre tutti i ruoli in campo. Sempre un pò discontinuo, ma lo è anche nella vita. 7

buonanotte

8 commenti:

Anonimo ha detto...

epico lucre!

the wall ha detto...

grande capitano

kikero ha detto...

ahahha! questo è pazzo!! ahahah

Anonimo ha detto...

anch io dico grande Capitano...il mio gol è stato un tiro al volo di destro..unbelievable..ma visto l'orario e la botta di ieri sera capisco che non puoi ricordarti tutto,,..
Viva Real Verza.
boris

Anonimo ha detto...

propongo di mantenere il nuovo modulo anche per l'anno prossimo con Paolo ITA, Cicero e Nodo dietro e all'occorrenza Nino

JPO, Lucre, Lore, Nino e Loris in mezzo

Vespozzo davanti con Loris all'occorrenza

salvo scissioni ovviamente

nico ha detto...

Ma quanto mi piace il mio Verza!

dal Vostro estroso/nzo
BARMAN

millandrea ha detto...

nic, stasera birra?

Dimitri Boongalow aka J.P.O. ha detto...

onore onore onore!!! love love love!!!